Premio Mele d'Oro Marisa Bellisario ad una studentessa di Ingegneria Elettrica della nostra Università

Monica Crosa 300pxTra centinaia di candidature vagliate, sono state assegnate le Mele d’Oro della XXIX Edizione del Premio Marisa Bellisario a quattro brillanti neolaureate per differenti specializzazioni. Il premio per la migliore laureata italiana in Ingegneria Elettrica è stato assegnato alla dott.ssa Monica Crosa di Vergagni dell’Università di Genova.

Monica si è iscritta a Ingegneria Elettrica nel 2011, completando la laurea triennale nel 2014 (con votazione 110/110) e la laurea magistrale nel 2016 (con votazione 110/100 e lode). Nell’ultimo anno del suo corso di studi ha trascorso 7 mesi al Politecnico Federale di Zurigo, per conseguire gli ultimi esami e iniziare il suo lavoro di tesi sui temi della partecipazione della generazione eolica ai servizi del mercato dell’energia elettrica. Tesi poi completata presso il laboratorio IEES (Intelligent Electric Energy Systems) del DITEN. Attualmente, Monica ha iniziato il Dottorato di Ricerca in Ingegneria Elettrica, sempre presso lo stesso laboratorio.

Il prestigioso premio Marisa Bellisario, nato nel 1989, riconosce ogni anno il merito di donne che si siano distinte nella professione, nel management, nella scienza, nel mondo accademico, nell’economia e nel sociale a livello nazionale e internazionale. Oltre 40 gli Atenei italiani coinvolti e 4 le grandi Aziende - Leonardo Company, Enel, Terna e Acea - impegnate in un rigoroso processo di selezione che ha portato infine alla proclamazione.

Il premio Mele d’Oro 2017 sarà conferito a Monica dal Presidente del Senato Pietro Grasso Venerdì 16 Giugno alle ore 10 presso il Senato della Repubblica.

Copia del comunicato stampa dell'Università può essere scaricato a questo LINK

CROSA 1

LAUREATE 603 1

Workshop: Quale Ruolo per l’Ingegnere Elettrico del Futuro?

Il 30 Maggio scorso si è tenuto l'8° Workshop "Settori industriale, energetico e dei trasporti: quale ruolo per l’Ingegnere ELETTRICO del futuro?", organizzato dal Corso di Studi in Ingegneria Elettrica e patrocinato da ANIE Energia, AEIT Sez. Ligure e AEE.

Di seguito un trafiletto dedicato al Workshop pubblicato sul Secolo XIX del 30 Maggio 2017

A questo LINK è possibile scaricare la locandina (in formato pdf) 

workshop en el 30may2017 00001workshop en el 30may2017 00002

workshop en el 30may2017 00003workshop en el 30may2017 00004

trafiletto secoloxix workshop ing el maggio2017 960

Visita alla Centrale di Entracque

visita entracque 18052017

Giovedì 18 Maggio scorso si è tenuta una visita degli studenti del 4° e 5° anno di Ingegneria Elettrica alla Centrale idroelettrica Luigi Einaudi di Entracque (CN)

Entrata in esercizio nel 1982, con una potenza complessiva di circa 1.300 MW la centrale è il maggiore impianto idroelettrico d’Italia e uno dei più grandi d’Europa.

Per il funzionamento della centrale fu necessaria la realizzazione di due dighe: la diga del Chiotas (a 2000m di quota) e la diga della Piastra (a 900m di quota), che hanno creato due serbatoi di capacità di rispettivamente 27,3 milioni di m3 e di 9 milioni di m3. Tra i due bacini artificiali è situato il lago Rovina a 1535 metri. I tre bacini sono collegati fra di loro da tubature sotterranee.

La centrale viene utilizzata per produrre energia elettrica durante le ore di picco di richiesta, mentre negli altri periodi l’acqua del lago della Piastra viene pompata e stoccata fino al bisogno nella diga del Chiotas.

L'impianto nel suo complesso è in grado di fornire energia ad un'area pari a circa quella dell'intera provincia di Torino.